Editoriali

Sono gli stupidi a vincere?!?!

Anche questa volta ce l’hanno fatta loro?!?! Chiariamo subito che lo stupido non ha età, non ha sesso, non ha religione, non ha collocazione geografica, è stupido e basta. Quest’anno faremo il Natale e il Capodanno più strano della nostra storia. Non so come fossero quelli durante i periodi di guerra, posso solo immaginarli e avere tanta solidarietà intellettuale con chi quei momenti li ha vissuti. Conosco il Natale e il Capodanno degli ultimi sei decenni e uno così non me lo ricordo. Non ricordo di non essere potuto andare a fare gli auguri ai nonni, agli zii, ai parenti, salire sulla sedia e leggere la poesia, di non aver potuto incontrare e abbracciare le amiche e gli amici, non ricordo di tanta, tantissima gente sospesa tra la vita e la morte senza la gioia di qualcuno caro accanto. Ricordo bene i preparativi, si aspettavano quelli che erano dovuti andare in altre zone d’Italia o del Mondo, in casa era un’esplosione di odori e di colori per i preparativi del cenone del 24 e per il pranzo del 25, le ragazze parlavano già di cosa indossare per andare a messa la notte perché Gesù Bambino nasceva a mezzanotte o a quella delle 11 del giorno dopo. Alla “mise” per Capodanno si poteva cominciare a pensare il 26. C’era aria di festa e la respiravi a pieni polmoni, qualcuno azzardava già qualche mortaretto di quelli che sarebbero serviti per la notte del veglione di Capodanno, anche i rumori erano rassicuranti, familiari. Quest’anno non sarà così, poche persone per il cenone e per il pranzo, Gesù Bambino nascerà alle otto di sera perché tutti debbano poter rientrare a casa entro le 22 ora in cui scatterà il “coprifuoco”, che brutto termine, e nessuno più potrà girare per strada. Eppure ci avevano detto che era passato, ci avevano persino dato il “bonus vacanze” perché tutto doveva tornare come prima, adesso ci hanno dato il cash-back e la lotteria per gli acquisti. Io ho cominciato a toccare ferro.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button