Le Emergenze

Covid, a Bovino il Comune garantisce il supporto psicologico

Uno sportelo d’ascolto che garantirà il supporto psicologico è la novità messa in campo dal Comune di Bovino per affrontare l’emergenza coronavirus anche sotto il profilo dell’isolamento sociale. “Con la seconda ondata – spiega il sindaco di Bovino, Vincenzo Nunno – tornano a fare capolino nelle nostre vite l’incertezza, l’impotenza, l’angoscia. Fastidiosi coinquilini che bussano nuovamente alla nostra porta per occupare, spesso senza alcuna discrezione, le nostre stanze, i nostri pensieri, le nostre emozioni. E così alle preoccupazioni del vivere quotidiano si sommano le paure per un futuro dall’orizzonte sempre più imprevedibile, le difficoltà di un lavoro che stenta a ripartire, i figli, i genitori anziani, i mariti e le mogli, la scuola e le istituzioni. Sassolini che danno “peso e valore” alle nostre esistenze ma che talvolta rischiano di appesantire lo zaino della vita se le nostre spalle non hanno mai la possibilità di riposarsi; se non c’è qualcuno che possa darci il cambio, se manca la possibilità di aprirlo e tirar via qualche peso di troppo. È questo – continua Vincenzo Nunno – lo scopo del servizio di ascolto psicologico che da domani, 25 Novembre 2020 riapre i battenti con le dottoresse Maria De Luca, Maria Nucifora ed Eliana Frisoli, nelle giornate di Lunedi, Mercoledi e Venerdi secondo gli orari indicati nella locandina allegata. Perché? Per offrire a CHIUNQUE e non solo a CHI STA MALE uno spazio di dialogo e confronto all’interno del quale concedersi la possibilità di riprendere fiato, permettersi di allentare le cinghia di quello zaino per evitare strappi o brusche cadute, provando a condividere quei sassolini che appartengono a tutti noi e che, se conservati per troppo tempo, possono diventare pesanti macigni. La salute fisica passa inevitabilmente attraverso il benessere psicologico. Non temere di frugare dentro te stesso perché spesso è proprio lì che si nascondono le più preziose risorse! – conclude il sindaco di Bovino, Vincenzo Nunno”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button