AgricolturaCronaca

Candela, lotta dura contro i mezzi agricoli che sporcano di fango le strade

Ad aggravare le condizioni della rete viaria nelle aree interne ci si mette anche l’inciviltà dei cittadini che molto spesso muniti di mezzi agricoli in questi giorni all’opera nei campi imbrattano e ricoprono la sede stradale di fango e detriti rendendo viscido e pericoloso l’asfalto già compromesso spesso dalle cattive condizioni delle strade. Sono soprattutto i trattori rilasciare vere proprie zolle di terra sulla carreggiata che col passare del tempo e con l’umidità della sera si trasformano in un sapone viscido che ha causato già tantissimi incidenti stradali. Una stretta sulle cattive abitudini parte dal Comune di Candela dove il sindaco Nicola Gatta a chiesto alle forze dell’ordine di procedere nel monitoraggio del fenomeno con pene esemplari, sanzionando laddove si beccano in flagranza di reato, i mezzi che imbrattano le sedi stradali.  A pochi giorni da questa richiesta si sono visti già i primi risultati e ad annunciarlo e lo stesso sindaco con un post su Facebook. “Queste sono le condizioni pietose in cui versa stamattina la S.p. 91 in località Canestello/Farascuso – spiega il sindaco Nicola Gatta nel pubblicare alcune fotografie della strada cosparsa di fango – Una strada appena asfaltata, dopo oltre 40 anni di abbandono, ridotta ad una mulattiera. Grazie all’intervento dei Carabinieri e dei nostri Vigili Urbani, i responsabili sono stati multati e dovranno ripristinare lo stato dei luoghi e ripulire tutto a loro spese. Difronte al menefreghismo per la cosa pubblica, tolleranza zero!”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button