Economia

A Volturino una nuova guerra contro l’eolico

A volte ritornano, anzi non se ne sono mai andati dai dintorni di Lucera e Monti dauni gli impianti eolici che da anni stanno proliferando su colline e pianure del territorio. 
L’ultimo fronte caldo si è aperto a Volturino dove insistono un paio di richieste di installazione di altrettanti parchi, per complessive 24 pale di grandi dimensioni da disseminare nelle località Selva Piana, Giovenchi e Carignani. Il primo progetto prevede 10 aerogeneratori per 48 megawatt e il secondo altri 14 per 84 megawatt.
Per l’occasione si è costituito un comitato che esprime contrarietà alla loro installazione, contestando le iniziative fin dall’origine, cominciando dalle istanze presentate dal ministero dell’Ambiente nei mesi scorsi. 
Chi ha visto i progetti afferma che le 24 pale eoliche, piazzate sostanzialmente in continuità tra loro, sarebbero più alte del “Pirellone” di Milano e avrebbero una base più larga di quella della Torre Eiffel di Parigi.
Il dissenso nasce proprio dalla temuta invasione di terreni di pregio storico e agricolo per Volturino e per Motta Montecorvino, compromettendo definitivamente l’economia agricola e lo sviluppo culturale e turistico-ambientale del territorio. L’altro timore dichiarato è quello di un possibile rischio di abbandono delle residenze rurali di Selva Piana e Carignani, contribuendo allo spopolamento di quelle zone dei Monti Dauni che contano già numerosi impianti, tanto che c’è chi ritiene sia molto difficile trovare liberi i cosiddetti “coni ottici visuali” con cui vengono tutelati punti di vista, percorsi e panorami che rappresentano una delle identità più rappresentative del territorio. 
Per questo tipo allestimento, la procedura di autorizzazione da tre anni è di totale competenza del Governo nazionale, per cui c’è preoccupazione circa un possibile mancato ascolto delle istanze che arrivano dalle popolazione locali, in questo caso supportate dalla Regione Puglia che, attraverso l’assessore al Bilancio Raffaele Piemontese, ha preannunciato il puntuale rispetto di tutti i vincoli paesaggistici vigenti, al momento della conferenza dei servizi che si deve esprimere sulla Valutazione di Impatto Ambientale. 

Tratto da Luceraweb

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button