Politica

Celenza, in consiglio comunale la maggioranza latita

Celenza non ha più una maggioranza ormai da mesi. A conclamare questa situazione di stallo è stato l’ultimo consiglio comunale andato deserto. “Maggioranza in aula senza numeri. Anche in seconda convocazione saltata l’approvazione dei bilanci. – scrivono dal Gruppo consiliare di minoranza “Celenza Valfortore” – Il gruppo di minoranza chiede al prefetto l’applicazione della normativa: scioglimento del consiglio. Subito al voto. A Celenza Valfortore precipita la situazione politico amministrativa. Ieri, per la seconda volta nel giro di pochi giorni, l’amministrazione comunale guidata da Luigi Iamele è stata costretta a rinunciare al consiglio per mancanza di numeri. L’assemblea avrebbe dovuto approvare, in seconda convocazione, il Consuntivo 2019 e il Bilancio di previsione 2020/2022, ma la seduta è andata deserta. In aula solo il vicesindaco, mentre il sindaco, pur presente in Comune, non si è presentato. Senza numeri sia in prima che in seconda convocazione. Che la maggioranza al Comune di Celenza Valfortore fosse ormai in pezzi lo avevamo scritto lo scorso 7 luglio, comunicando al prefetto prima, e alla stampa successivamente, la difficile situazione amministrativa che si stava vivendo nel nostro piccolo comune. La crisi politica interna allo schieramento del sindaco Luigi Iamele è ormai deflagrata. L’amministrazione comunale è al capolinea e per questo in qualità di capogruppo di minoranza ho chiesto al prefetto, con formale lettera, di applicare quanto previsto dalla normativa: scioglimento del consiglio e commissariamento. Al prefetto – aggiungono dal Gruppo consiliare di minoranza “Celenza Valfortore” – chiederemo se sussistono i termini per andare, subito, al voto in occasione delle consultazioni elettorali del prossimo 20 e 21 settembre, ed evitare un lungo anno di commissariamento.  Iamele, di fronte ad una situazione ormai fuori controllo, invece di dimettersi, mostrando un minimo sussulto di dignità, ha lasciato che fossero gli eventi a fare il proprio corso, trascinando così il paese in un limbo. In un momento difficile in cui si è costretti a fronteggiare una grave crisi economica, il nostro piccolo comune avrebbe bisogno di una guida sicura, e non del vuoto politico ed amministrativo. Come gruppo di minoranza in consiglio attendiamo le indicazioni del prefetto, fiduciosi che Celenza Valfortore possa tornare alle urne per eleggere una nuova amministrazione comunale”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button