Cronaca

Statale 655 Candela-Melfi, un colabrodo senza fine

Si ritorna parlare della strada statale 655 Bradanica, nel tratto che va da Candela al sito industriale che ospita FCA a San Nicola di Melfi. Sono anni che questo tratto è oggetto di incidenti a causa anche del manto stradale particolarmente danneggiato. Buche e deformazioni dell’asfalto sono la minaccia quotidiana che centinaia di pendolari sono costretti a gestire. Dopo una petizione e una serie di interventi via post con Anas tiro a a chiedere risposte Gouseppe Sciretta, giovane imprenditore di Rocchetta Sant’Antonio che proprio su in una zona servita da quella strada ha investito con una azienda che lavora nel settore delle rinnovabili. Sciretta bacchetta anche le amministrazioni locali, latitanti sul problema. “Una lettera ad Anas da parte dei Comuni interessati tra Foggia e Melfi è gratis. Scrive Sciretta – È chiedere troppo avere una strada decente e sicura dato che ANAS ha preso miliardi e miliardi di soldi nostri e non ci degna di una Statale sicura? Metà popolazione dei Monti Dauni e moltissimi foggiani lavorano alla FCA, moltissimi melfitani lavorano a Foggia, la strada è trafficata di Camion e non solo…Cosa costa una lettera di tutti i comuni per far fare UN PO’ DI ASFALTO E RENDERLA PER UNA BUONA VOLTA “STRADA EXTRAURBANA PRINCIPALE”? (così anche il limite di velocità a 110 diventa UMANO e sarebbero costretti a tenerla nuova)”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button