Le Emergenze

Dalla Regione più uomini e mezzi contro gli incendi boschivi

Un esercito di volontari e associazioni oltre a istituzioni per combattere gli incendi boschivi che ogni anno distruggono ettari di natura nella Puglia ed in modo particolare nelle zone più verdi come Monti Dauni. Parte dalla Regione Puglia una nuova stagione di tutela del patrimonio boschivo attraverso l’ausilio di uomini e mezzi.

”Proteggiamo la Puglia dagli incendi! – spiega in un post su Facebook il governatore della regione Puglia Michele Emiliano -Nell’arco di un anno sono circa 4000 i focolai che minacciano i nostri boschi, parchi e la vita di tanti pugliesi. Pensate che il 90% non è a combustione spontanea. Con il nostro Piano antincendio, presentato questa mattina, abbiamo messo in campo 670 uomini e 81 mezzi dell’Arif Puglia (Agenzia regionale attività irrigue forestali) e investito nel telerilevamento, con l’installazione di termocamere in grado di rilevare immediatamente la presenza di incendi. Se siamo riusciti in questi anni a salvaguardare il nostro patrimonio boschivo è grazie alla nostra capacità di agire rapidamente e in modo coordinato. La sala operativa che vedete nelle immagini è “interforze” perché lo spegnimento di un incendio non dipende da un solo soggetto ma da un insieme di soggetti secondo una strategia di prevenzione, segnalazione e reazione. Questo processo viene coordinato dalla Regione Puglia e dalla Protezione Civile Regione Puglia.

La nostra capacità di azione si fonda sulla professionalità. Sono onorato ogni volta che indosso la maglietta della Protezione civile esattamente come quando indossavo la toga o la fascia da sindaco. Voglio dire a tutti questi lavoratori: bravi! Siete stati una sicurezza assieme ai vostri colleghi della sanità durante l’emergenza Covid e lo siete sempre nel quotidiano. Ci sono state giornate durissime. E anche quando c’è da spegnere un incendio si va e non si sa quello che succederà. Noi cercheremo in tutte le maniere di prevenire questi fatti e investiremo sempre di più nelle tecnologie spaziali per il telerilevamento.

Abbiamo una capacità operativa di mettere insieme Stato, Regioni, Comuni, Forze dell’ordine, Parchi, enti come se si trattasse di un’unica organizzazione, questa è una capacità della Repubblica italiana e della Protezione Civile per garantire la massima sicurezza possibile. La Regione ha anche investito moltissimo nelle opere contro il dissesto idrogeologico, fondamentali per evitare che cittadini e operatori rischino la vita in caso di catastrofe. Conclude il governatore della regione Puglia –  Ci mettiamo energia, volontà e coraggio: le persone che si occupano di emergenza stanno sotto il sole, sotto l’acqua, sotto la neve, ed è veramente un orgoglio, da pugliese, lavorare con tutti voi”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close