Life StyleLifestyle

Ascoli, altre sorprese dai Sotterranei del Castello

I lavori di restauro che stanno interessando il Castello Ducale di Ascoli Satriano hanno riportato alla luce degli spazi sotto la pavimentazione molto interessanti. “All’inizio non si è data molta importanza – spiega il sindaco di Ascoli Satriano, Vincenzo Sarcone – ma poi, quando da un anfratto si è riscontrato una volta a botte in mattoni da cui fuoriusciva dell’aria, si è subito pensato all’esistenza di sotterranei intercomunicanti. È certamente un luogo emblematico della storia del maniero e della nostra Città, che finalmente può rivelare a tutti gli ultimi angoli ancora nascosti. Abbiamo già accennato all’esistenza di camere buie nel nostro Castello, scoperte dal Politecnico di Bari con il laser-scanner. Stavolta si tratta di completare il viaggio che non avevamo ancora fatto ed addentrarci nelle viscere delle sue antiche mura. L’aria fresca che fuoriesce con forza (come se fosse lo split di un condizionatore) dagli anfratti del pavimento, fa pensare ad un lungo camminamento sotterraneo, scavato all’epoca della sua costruzione, risalente all’VIII-IX sec. d. C.. Infatti, quando nell’882 i Saraceni, profittando delle lotte fra i signori meridionali, saccheggiarono e bruciarono Ascoli, i nostri avi si rifugiarono in una delle tre torri, poste sulle colline della Città, e la rafforzarono con la costruzione di questo lungo passaggio ipogeo, che collegava le varie feritoie (in dialetto saëttër) che si affacciavano sul fossato del castello. Il camminamento è lungo, alto giusto per la statura di un uomo medio, anche se in alcuni punti bisogna stare attenti perchè l’altezza si abbassa ancora di più, per poi incontrare grandi ambienti voltati da colossali volte a botte in mattoni di manifattura locale.Con molta probabilità sono i resti delle mura turrite riportate ancora nella rappresentazione del 1703 di G.B. Pacichelli, che qui Vi posto. Vi terrò informati degli ulteriori sviluppi. Purtroppo il lockdown forse ci impedirà l’inaugurazione prevista per questa estate, che verrà pertanto procratinata a dicembre”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close