Le Emergenze

Lopalco, ‘il virus ha smesso di circolare nei pugliesi ma mai abbassare la guardia’

Purtroppo non è finita l’emergenza corona virus. Ad asserirlo è il capo della taskforce emergenza covid19 della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco. “Il virus nella popolazione pugliese stanziale ha smesso di circolare. I casi nuovi che abbiamo trovato sono stati riscontrati in pugliesi che sono tornati da fuori. Qui in Puglia stiamo verificando che sta circolando soprattutto tra i giovani. E tra questi per la maggior parte sono cittadini ritornati in regione da altre aree. Mai abbassare la guardia per evitare che si ritorni a dover gestire una nuova emergenze. Quindi va comunque evitato uno spazio affollato, un luogo particolarmente saturo o con gente priva di mascherine. Se vedo un bar affollato e devo consumare un aperitivo, ne scelgo un altro. Queste dinamiche possono aiutarci a mantenere questa tranquillità che ci da la possibilità di vivere una estate più serena”. Lopalco inoltre fa anche qualche previsione sull’autunno. “Quello che sta avvenendo dall’altra parte del mondo ci deve far capire che questo virus si comporta come tutti gli altri. Quindi li ora si sta diffondendo in maniera drammatica per poi ritornare in autunno in Europa. Potrebbe tornare meno forte di prima però, questo non significa che si deve affrontarlo con meno serietà. In linea teorica, infatti, ogni passaggio crea una mutazione che dovrebbe aiutare l’uomo a combatterlo più facilmente. Allo stato attuale però possiamo stare più sereni. Oggi bisogna ragionare in termini dì probabilità. La probabilità di incontrare e contrarre l’infezione è bassa ma senza precauzioni nel giro di poche settimane i portatori che oggi sono pochi, domani saranno tanti, e quindi si ritorna all’emergenza. Oggi possiamo stare più tranquilli ma senza precauzioni si ritorna a dover fare i conti con fattori di rischio molto pericolosi. Non serve molto, bastano solo le precauzioni a cui ci hanno abituato in questi mesi come mascherine, disinfettanti e distanziamento sociale”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button