Dai Comuni

Disservizi delle poste, Panni non ci sta e protesta

Poste lenti e dolenti nei Monti Dauni. Più che uno scioglilingua è la realtà di un servizio a singhiozzi che sta mettendo a dura prova la pazienza dei cittadini di molti centri del pre Appennino foggiano. A denunciare il disservizio è in prima linea il sindaco di Panni, Pasquale Ciruolo che si è attivato chiedendo una rapida soluzione ai vertici proviciali di Poste Italiane. “Metto al corrente che per la problematica del disservizio Poste Italiane – spiega Ciruolo- , causato dall’emergenza COVID19, ho avuto un colloquio telefonico con la responsabile provinciale che mi ha chiesto la cortesia di contattarla settima prossima perché si dovrebbero avere notizie certe sul ritorno alla normalità del servizio che riguarda Panni ed anche altri comuni. Ma ho anche comunicato che se non ci saranno notizie certe provvederò,con gli altri sindaci dei comuni interessati, nel rendere partecipe del disservizio il Prefetto con lettera ufficiale. Quindi chiedo un altro po’ di pazienza per addivenire alla soluzione della suddetta problematica”. Alle notizie negative però si alternano novità positive per il piccolo comune dei Monti Dauni. Il sindaco infatti annuncia l’implementazione di uno sportello postamat. “Comunico – aggiunge il primo cittadino – che Panni rientra ufficialmente nei 100 comuni, previsti nel piano nazionale di Poste Italiane, per l’istallazione del servizio ATM (Servzio come il bancomat). L’ istallazione sarebbe già avvenuta se non ci fosse stata l’emergenza COVID19”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close