Le Emergenze

Lopalco, la movida spregiudicata ci costa salute e soldi

Senza mezzi termini il commento del professor Pierluigi Lopalco, capo della tack force contro il coronavirus della Regione Puglia sull’atteggiamento dei cittadini in questa fase due. “Una cattiva abitudine il non rispetto delle regole. Un metro! Non si tratta di una parola difficile, distanziamento di un metro non è un concetto diffide da comprendere. Bisogna evitare di stare appiccicati e indossare la mascherina. Non possiamo affidarci ai santi – continua il professor Pierluigi Lopalco, capo della tack force contro il coronavirus della Regione Puglia – il virus sta circolando e dietro c’è un lavoro enorme. Anche un semplice positivo scatena una attività sanitaria che è enorme per non parlare dei costi. L’atteggiamento spregiudicato di un cittadino diventa anche per le nostre tasche un vero problema, perché quella catena che si innesca porta una serie di passaggi che ci costano sacrifici e apporti economici. Bisogna inoltre dire che una seconda ondata è più facile che avvenga in Puglia che in Lombardia. Vedere gente in giro senza precauzioni è distanziamenti significa non aver capito nulla, anche perché l’inciviltà degli altri pregiudica anche la salute di chi invece rispetta le regole, perché voglio ricordare che la mascherina serve a preservare non chi la indossa ma l’altro. Io indossandola evito che il mio interlocutore possa esser infettato”. Sulla carica virale del virus Lopalco spiega “stiamo intercettando facilmente i casi, questo non significa che il virus sia indebolito. Più che la carica virale va presa in considerazione l’endemicità del virus, ossia che il virus diventi un nostro ospite stabile”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button