Regione

Guerra agli sporcaccioni, dalla Regione 4 milioni per fototrappole e pulizia delle discariche su strade

Tre milioni di euro per finanziare un articolato piano, a supporto del servizio ordinario, per il contrasto all’abbandono illecito di rifiuti sulle strade provinciali pugliesi sovente trasformate in discariche a cielo aperto a causa dell’incuria e dell’inciviltà. E’ il progetto regionale denominato ‘Strade provinciali pulite’ curato dall’assessore all’Ambiente Gianni Stea di concerto con l’Ager, con le province pugliesi e con la città metropolitana di Bari. 

“Attraversando le strade a scorrimento veloce lungo il tragitto che abitualmente percorro per tornare a casa  mi capita di trovare di tutto, poltrone, lavatrici, biciclette, materassi,  sino a rifiuti più pericolosi per la salute, come ad esempio lastre in amianto, batterie usurate, pneumatici bruciati, scarti di lavorazione di ogni genere”, dichiara l’assessore all’Ambiente Gianni Stea che continua: “è ora di intervenire a tutela e salvaguardia del nostro territorio, poiché prima di arrivare sulle coste per godere del nostro splendido mare, o di raggiungere i nostri centri storici, i santuari mete di pellegrinaggio e turismo religioso, insomma prima di apprezzare le bellezze naturali e paesaggistiche che la Puglia ha da offrire, dobbiamo pensare  che queste strade provinciali sono quelle che vengono percorse per raggiungere i comuni costieri piuttosto che i borghi interni e rappresentano il biglietto da visita di tutti i pugliesi.”

È in corso di pubblicazione, a cura di Ager, il bando per l’individuazione dei soggetti che si occuperanno, su base provinciale, del servizio di rimozione, raccolta straordinaria e conferimento dei rifiuti, mentre un ulteriore milione di euro sarà destinato all’acquisto di fototrappole con funzioni di controllo e prevenzione degli atti illeciti e vandalici.

“Per la prima volta – spiega il direttore generale di Ager, Gianfranco Grandaliano – si è proceduto, di concerto con la Regione, le province, la città metropolitana di Bari e i Comuni a definire un piano davvero organico che mira a infliggere un duro colpo al fenomeno, incivile, dell’abbandono dei rifiuti sulle strade extra-urbane, prevedendo quindi non solo la rimozione, ma anche attività di prevenzione e repressione mirate a evitare il futuro ripetersi di comportamenti che penalizzano fortemente il territorio, sia dal punto di vista ambientale che turistico”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button