Le Emergenze

Sarcone “corre voce di nuovi casi di covid19 nelle aree limitrofe ad Ascoli”

“Le attività produttive nella zona industriale di Ascoli Satriano riprenderanno nel rispetto rigoroso delle normative di contenimento della diffusione della pandemia, a tutela della salute dei lavoratori e di tutti quanti noi”. È quanto chiarito dal sindaco di Ascoli Satriano, Vincenzo Sarcone. “Prima della loro chiusura, gli Uffici Comunali competenti – continua Sarcone- hanno usato la massima attenzione nell’accertare che vi fosse l’adozione di tutte le misure di sicurezza e dispositivi sanitari richiesti dalla legge. La stessa attenzione sarà usata anche per il futuro”. Ma il primo cittadino di Ascoli Satriano pone l’accendo sull’allarme sicurezza sul lavoro in altri settori ponendo un quesito. “Avviene altrettanto negli altri stabilimenti agricoli/industriali limitrofi? – chiede Sarcone. Corre voce – aggiunge il sindaco – che vi siano stati alcuni casi di contagio, sarebbe quindi opportuno disporre immediatamente delle ispezioni in loco ed essere il più trasparenti possibile. Questo comportamento auspicato ha evitato che ad Ascoli ci fossero dei focolai di Covid 19 e ha portato il nostro paese a contare attualmente 0 contagiati. Non vorrei che ciò che è stato cacciato dalla porta ritornasse dalla finestra. Se vi fossero realmente dei casi accertati di coronavirus, le autorità competenti devono denunciarlo immediatamente per evitare la diffusione della pandemia. Non basta rimettersi al buon senso, che a volte può mancare, dei datori di lavoro. Nell’ipotesi non serviranno a niente le mascherine colorate. Per essere deontologicamente corretto, resto in attesa di un immediato riscontro, altrimenti darò io pubblicamente la notizia – conclude Il Sindaco Sarcone”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button