Le EmergenzeMonti Dauni

Il coronavirus arriva anche a Candela

Un caso positivo di covid19 anche a Candela. Ad annunciarlo è il sindaco Nicola Gatta. “Oggi non è una bella giornata – spiega il primo cittadino – devo comunicarvi con profondo dispiacere che nel pomeriggio di oggi mi è stato segnalato da fonti ufficiali, che una persona residente a Candela è risultata positiva al COVID-19. La persona sta bene ed è stata posta in quarantena obbligatoria con tutta la sua famiglia presso la propria abitazione. Nonostante i numerosi sforzi di queste settimane per prevenire il contagio, a purtroppo il virus è riuscito ad arrivare a Candela. Mi raccomando di restare calmi e di non creare inutili allarmismi, perché la situazione è monitorata dalle istituzioni competenti. Dobbiamo continuare a resistere e a non abbassare la guardia. Se ci saranno aggiornamenti vi terrò informati”.

E’ sempre la provincia di Foggia a destare le maggiori preoccupazioni in Puglia sul fronte Covid-19. Oggi altri 49 contagi sugli 82 registrati in tutta la regione, più della metà.

Su scala regionale il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 9 aprile, in Puglia, sono stati registrati 1.595 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 82 casi, così suddivisi:

 

9 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia Bat;

15 nella Provincia di Brindisi;

49 nella Provincia di Foggia;

6 nella Provincia di Lecce;

5 nella Provincia di Taranto,

 

1 caso fuori regione e un caso non attribuito ieri sono stati registrati oggi.

 

Sono stati registrati oggi 6 decessi: 1 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce

1 nella provincia di Bari e 2 nella provincia di Taranto.

 

 Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 26.088 test.

Sono 190 i pazienti guariti.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 2.716 così divisi:

 

870 nella Provincia di Bari;

212 nella Provincia di Bat;

299 nella Provincia di Brindisi;

701 nella Provincia di Foggia;

395 nella Provincia di Lecce;

206 nella Provincia di Taranto;

24 attribuiti a residenti fuori regione;

9 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

 

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close