EditorialiLe Emergenze

Covid19, ad aver ceduto nei Monti Dauni sono state le RSA

Cade anche Candela nella resistenza al coronavirus e la scacchiera dei Monti Dauni è sempre più scarna di caselle bianche rispetto a quelle rosa, se si vuole prendere in considerazione i colori delle mappe dei bollettini epidemiologici. Ma volendo analizzare i dati e tenendo conto che anche questo caso di Candela è collegato ad una RSA, risulta che a complicare la situazione nei centri del crinale dei Monti Dauni sono proprio le case di cura. Dopo il caso San Raffaele di Troia si è aggiunto il Girasole di Bovino, trascinando con se tra dipendenti e ospiti una serie di tamponi positivi che stanno preoccupando gli abitanti dei centri più piccoli della Puglia. Paesi caratterizzati soprattutto dalla presenza numerosa di anziani, per questo l’ennesimo caso ora desta non poche preoccupazioni. Ci si aspetta che nelle residenze per anziani ci sia maggior controllo rispetto all’ambiente domestico ed invece qui, in questo angolo remoto di Puglia, è avvenuto il contrario. Qualcuno dovrà dare spiegazioni e qualcuno prima o poi dovrà anche rispondere ad indagine che si spera scattino presto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button