Le EmergenzeMonti Dauni

Ascoli affronta il virus con esami gratuiti e aiuti alle famiglie

Il Coronavirus ha visto una comunità, quella di Ascoli Satriano, pronta ad affrontarlo con tutti i mezzi. La cittadina dei Grifoni, probabilmente anche a causa del fatto che avuto a che fare con l’epidemia prima di tutti gli altri centri di Capitanata, ha messo a punto una macchina dell’emergenza molto oliata e funzionale.

“Oggi ho provato una grande soddisfazione nel venire a conoscenza che tutti i medici di famiglia di Ascoli – scrive il Sindaco Vincenzo Sarcone – che con professionalità ed abnegazione stanno affrontando questa situazione emergenziale, hanno apprezzato l’iniziativa del C.O.C di Ascoli Satriano. Infatti con la messa a disposizione di tre esami gratuiti per i loro pazienti nonché il trasporto con un’ambulanza attrezzata Covid presso gli OO.RR. di Foggia, è stato agevolata una diagnosi tempestiva per far fronte alla diffusione dell’epidemia. Non solo, la possibilità di avere in tempi brevissimi il risultato dei tre esami, nonché un’assistenza sanitaria a domicilio, permetterà di far fronte anche ad un’eventuale futura insufficienza di posti letto per i casi più gravi nel nosocomio foggiano. Si tenga presente che la paziente numero 1, proprio per questo motivo è stata rimandata a domicilio, ancora positiva, sia pure asintomatica. Per quanto riguarda poi la messa a punto degli atti amministrativi necessari per la distribuzione dei buoni-pasto domani di provvederà all’adozione della delibera di indirizzo; alla elaborazione del modulo per la manifestazione di interesse degli esercizi commerciali interessati alla fornitura dei prodotti alimentari; elaborazione della nota tipo per la richiesta per l’accreditamento e l’iscrizione alla long lista degli esercenti commerciali; alla elaborazione del modello del patto di accreditamento e l’adozione della determina del Responsabile del Settore Finanziario. Dopodiché si procederà alla distribuzione dei buoni spesa fino ad un massimo di 300 euro per ogni nucleo familiare”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button