Editoriali

The show must go on

Louise Veronica Ciccone, nome d’arte madonna, insomma la cantante, ieri, si è fatta ritrarre nuda, nella vasca da bagno della sua casa di Londra, per lanciare “urbi et orbi”, la sua verità a proposito di questo momento particolarmente triste : “non importa quanto sei ricco, famoso, divertente o intelligente, dove vivi, quanti anni hai e quali storie meravigliose sai raccontare: Lui è il grande livellatore. La cosa terribile è che ci ha resi tutti uguali in molti modi e la cosa meravigliosa è che ci ha resi tutti uguali in molti modi”. E per dire questo c’è bisogno che ti fai riprendere nuda nella vasca da bagno della tua casa a Londra?!?!?! Vi siete accorti di quanti dispensatori di verità assolute in questi giorni ci lasciano entrare nelle loro case, attraverso la televisione, perché “the show must go on” e niente e nessuno lo può fermare. Le considerazioni e le dichiarazioni più assurde, inverosimili e campate in aria, ma date in pasto al mondo dei “normali” dall’angolo buono e più bello del salotto di casa, con luci adeguate, inquadrature adeguate, trucco adeguato, insomma tutto adeguato, la “gggente” se le beve meglio e dopo essersele bevute è capace pure di tentare di zittirti, durante una discussione (mi raccomando, a distanza), dicendoti “l’ho sentito in televisione – l’ha detto…. C’è uno sfoggio di normalità nei salotti “buoni”, terrazzi con viste mozzafiato, quadri alle pareti, mobili d’antiquariato e lampade da tavolo dei designer più famosi, che nessuno di noi si permetterebbe mai di dubitare di quelle lacrime, che paiono, però, tanto cinematografiche, di quei pensieri espressi così bene che sembra di assistere ad un casting per un film di un grande regista. E’ vero che lo spettacolo deve andare avanti, ma propinateci qualcosa di poco poco più simile alla realtà perché sarà pur vero che i soldi, come la salute, il panorama mozzafiato, la vasca da bagno riscaldata, i mobili d’antiquariato…, non fanno la felicità ma, chissà perché, chi l’ha detto e chi continua a dirlo sono sempre quelli che ce li hanno. Non commettiamo però l’errore di fare di tutt’erba un fascio, continuiamo a sostenere in ogni modo e con ogni comportamento positivo quei professionisti, siano essi del mondo dello spettacolo, della medicina, dell’informazione, della scienza, dell’economia…., che quotidianamente ci informano e ci danno suggerimenti, consigli, su quanto succede e come comportarci per essere pure noi, sia pure chiusi in casa o forse proprio per questo, parte attiva di questo momento che, sicuramente, passerà presto.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button