In ItaliaLe Emergenze

L’esperto: “Quando andate a fare la spesa, dovete fare questo”

“La Puglia tiene, ma guai a rilassarsi”. Questo, in sintesi, l’intervento del professor Pier Luigi Lopalco, epidemiologo a capo della task force scientifica pugliese per affrontare l’emergenza. “Ogni giorno ci sono dei nuovi casi – ha spiegato Lopalco -, ma per fortuna siamo sempre nell’ordine delle 100 persone. Un po’ più o un po’ meno, da un punto di vista statistico possiamo considerarlo comunque un dato solido. Dal punto di vista epidemiologico, invece, possiamo considerarlo un buon segnale: il virus c’è e sta circolando, ma quei focolai che si accendono, allo stesso tempo poi, si riescono a spegnere. Bisogna sempre ricordare che il virus cammina con le nostre gambe. Se stiamo fermi, lui sta fermo. Al momento costatiamo che cammina, ma per fortuna non corre”. Poi un chiarimento sulla questione picco. “Fare una previsione è impossibile – spiega Lopalco -, chi la fa tira a indovinare. Questo virus crea dei focolai epidemici: se 10 persone decidono di fare una festa in casa e una di queste è infetta, non infetterà solo i presenti. Ognuno dei presenti, una volta tornato a casa, infetterà almeno altre due o tre persone all’interno della propria famiglia. E da 10 casi se ne svilupperanno 40. Il picco potrà essere definito tale solo dopo, una volta passato, quando i numeri magari inizieranno a calare e questo andamento verso il basso sarà costante”. In chiusura un passaggio importante sui comportamenti da tenere quando si va a fare la spesa. “Due cose importanti da fare – svela l’epidemiologo -. Appena si entra nel supermercato bisogna passarsi l’alcol gel sulle mani coperte dai guanti. Perché se malauguratamente dovessimo avere le mani contaminate, andremmo a contaminare anche un ambiente frequentato da molte altre persone. La seconda: appena si esce dal market, passarsi ancora l’alcol gel sulle mani coperte dai guanti. In questa maniera impediamo al virus di entrare in un posto molto frequentato ed eventualmente di uscirne. Una volta a casa, buttiamo i guanti e ci laviamo bene le mani. La mascherina? Conviene indossarla, ma non tutti ne posseggono una. In questo caso, basta mantenere la consueta distanza di sicurezza di almeno un metro. Disinfettare ciò che si acquista al supermercato? Sì, ma senza particolare paranoia. Se non portiamo le mani alla bocca, al naso o agli occhi – e se ce le laviamo spesso – non si corrono rischi”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button