EditorialiUncategorized

Menomale che c’è il teatro…

“Menomale che c’è il teatro che ti fa vivere emozioni, anche le cose finte possono diventare vere, gli attori fuori non sono più in grado nè di viverne nè di suscitarne”. Siamo in un tempo in cui perchè qualcosa avvenga c’è bisogno di qualcuno che ce la imponga, sembra che non si sia più capaci di reazioni logiche, responsabili, spontanee. Stiamo assistendo, in questi giorni, all’arrivo di ragazzi in divisa nelle città, nei paesi, per far fronte alla stupidità manifesta di taluni, pochi per fortuna, che bastano e avanzano, però, a compromettere tutti gli sforzi che ognuno, per il proprio ruolo, per le proprie responsabilità, sta mettendo in questa “battaglia” contro un “nemico” che ci ha colto di sorpresa e soprattutto ci ha riportato con i piedi per terra. Pensavamo di essere invincibili, di essere capaci di dominare qualsiasi situazione ed invece in un attimo ci siamo accorti della nostra fragilità. La ricerca di un nemico che mitighi la nostra frustazione non ci aiuta, non ci sono esperimenti sfuggiti di mano involontariamente o volontariamente, come qualcuno vocifera, aggiungendo preoccupazione a preoccupazione. La natura, semplicemente, ha riaffermato il suo ruolo che non tiene conto dei nostri comportamenti. Un processo naturale che periodicamente si presenta per ricordarci che per quanto ci convinciamo di poter dominare tutto quello che ci circonda e di essere gli unici arbitri della nostra esistenza, non è così. L’esercito in giro per le nostre città è un’immagine surreale, la stessa che abbiamo vissuto l’altro giorno vedendo quei camion con a bordo bare che avrebbero trovato pace in un altro luogo, in attesa di poter tornare nella propria terra. Immagini forti entrambe che riportano alla mente, a chi li ha vissuti, altri momenti anch’essi dovuti alla stupidità della gente : la guerra ! Ma cosa serve a certi “idioti” perchè si convincano che fanno parte di una comunità e che il comportamento di ognuno genera una serie di situazioni che coinvolgono gli altri e talvolta le conseguenze, come in questo caso, possono essere definitive, irrimediabili, irripetibili. Già con l’aver determinato il coinvolgimento di tanti ragazzi, che si sarebbero potuti occupare di altro, costringendoli a mettere a rischio la propria vita “avete dato la prova che la stupidità assoluta esiste e voi ne siete gli interpreti”! Non è necessario parlare di adulti o ragazzi, mai come in questa circostanza uno stupido vale uno stupido e basta. C’è da augurasi che se questa gente venisse trovata ancora in giro senza alcuna giustificazione abbia una punizione esemplare. Siamo alle solite : per “quattro” irresponsabili a pagare, più di quello che già era, sono le persone perbene che si vedranno ulteriormente limitate le proprie libertà. E’ già successo e purtroppo, credo, succederà ancora. State in casa, non è un sacrificio impossibile, sono pochi giorni durante i quali potte leggere, scrivere, guardare la televisione, chattare, telefonare, godervi la moglie, il marito, i genitori, i figli (se vado avanti già passano i 14 giorni), chi vi pare. Ma non avete voglia di riabbracciare tutte le persone che amate il più presto possibile???? Riprendete a sognare ! “non è che non riusciamo a realizzare i nostri sogni è che proprio abbiamo smesso di sognare”. Facciamo vedere che non è così, facciamo vedere che non solo non abbiamo smesso di sognare ma che qualche volta i sogni si realizzano e questo è un sogno che possiamo sognare e realizzare tutti insieme : riabbracciamoci il più presto possibile !

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Close
Back to top button