CronacaMonti Dauni

Covid19, la Puglia rasenta i 600 casi. Monti Dauni salvi ma bisogna difendersi

Una delle giornate più nefaste per l’Italia dopo l’inizio del contagio vedono fortunatamente nessun caso nei centri più piccoli dei Monti Dauni. La Puglia oggi ha superato i 500 casi, arrivando alla preoccupante cifra di 581 positivi al tampone covid19. Di questi 161 sono in isolamento, 222 i ricoverati, 26 i deceduti e solo 3 i guariti. A battersi il primato sono la provincia di Bari con 165 è quella di Foggia con 163. L’età media dei contagiri è di 56 anni e i decessi si concentrano quasi tutti tra pazienti di età compresa tra 70 e i 90 anni di età.

Per mantenere in piedi la diga che sta aiutando i Monti Dauni a star fuori dal contagio bisogna mai come in questo momento restare a casa e mantenere vive tutte quelle prescrizioni imposte come il distanziamento, l’utilizzo di mascherine, e la pulizia metodica delle mani.

A preoccuparmi gli esperti della Regione sono proprio i paesi del subappennino dove la popolazione anziana è in percentuale la più alta dell’intera Puglia.

Related Articles

Back to top button