CronacaMonti DauniPrimo Piano

Covid19, Monti Dauni ancora immuni ma bisogna difendersi restando a casa

La pianta della provincia di Foggia parla chiaro. Nei piccoli comuni appollaiati sui Monti Dauni non si riscontrano casi di covid19, tranne che a Lucera e Ascoli Satriano dove fu riscontrato il primo paziente positivo. La parte più interna del crinale, quella caratterizzata da piccoli centri è riuscita a mantenere una sorta di immunità garantita anche dall’esiguo traffico di gente rispetto ai grandi centri. Una situazione da difendere con le unghia attraverso le poche regole emanate dal Governo, come lo stare a casa e rispettare le distanze. Una condizione geografica che non rende meno esposto il territorio dei Monti Dauni stretti nella morsa del contagio al nord dall’area garganica e Alto Tavoliere (dove si registrano il maggior numero dei casi della provincia di Foggia) e al sud con l’area irpina fortemente compromessa dal caso Ariano Irpino.

Nella foto la mappa del contagio in Capitanata – evidenziati in rosso i centri colpiti

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button